5 giu 2021

05.06.2021 omino71 x One Colour @ Afnakafna (Roma/Italia)

Afnakafna
presenta
ONE COLOUR


Esposizione collettiva a cura di Antonella Caraceni

Dal 5 giugno al 19 giugno 2021

Galleria “Afnakafna”, via della Fontana 19-20, Roma

Inaugurazione: 5 giugno 2021 dalle ore 16,00 alle 20,00

Orario apertura della galleria:

dal lunedì al sabato 10,00 – 13,00 e 16,00 – 20,00

ingresso libero

In mostra opere inedite di: Alessandro Marziano, Antonella Caraceni, Beniamino Leone, Cristina Bazolli, Darek Blatta, Gerlanda di Francia, Giovanna Noia, Jimmy D. Lanza, Lidia Bachis, Lidia Bruno, Marta Cavicchioni, Mauro Molle, Natascia Raffio, omino71, Paolo Pilotti, Rebecca J, Sandra Gianesini, Stella Tasca, Veronica Chessa.

Afnakafna invita il 5 giugno 2021 all’inaugurazione della mostra collettiva “One colour” a cura di Antonella Caraceni. Le opere esposte in galleria sono state realizzate dai 19 artisti chiamati a partecipare a questa sfida creativa, quasi un gioco dove le armi da usare sono state inventiva e tecnica. Giocando con maestria hanno rappresentato le multiformi scene della loro creatività attraverso l’impiego di un solo colore. Il colore scelto, con le sue infinite gradazioni e sfumature, ha la capacità di interpretare compiutamente qualsiasi dimensione del reale, sia quella visibile che immaginifica, mediante un linguaggio figurativo che coinvolge osservatore e opera in un racconto dagli esiti sempre nuovi e stimolanti. Un solo colore ha la forza di restituire polivalenze di significati che si aprono e si moltiplicano in successioni di simboli, metafore, suggestioni:
un’energica melodia monocromatica che libera accordi e vibrazioni vitali, uno spartito che ci accompagna nel meraviglioso e misterioso viaggio della nostra esistenza.

INFO

Ingresso: gratuito

Durata: dal 5 giugno al 19 giugno 2021

Sede: Afnakafna, via della Fontana 19-20, Roma

Giorni e orari: dal lunedì al sabato, 10:00-13:00 / 16:00-20:00

Tel: 0647547209

Vernissage: dalle 16,00 alle 20,00 del 5 giugno 2021

www.afnakafna.com





19 mag 2021

22.05.2021 omino71 x Building Bridges @ a.topos (Venezia/Italia)





(ita)
a.topos Venice è lieta di presentare Building Bridges, prima di cin
que mostre collettive dal respiro internazionale, nate a partire dai lavori selezionati tramite l’open call “THE CREATIVE ROOM”.

Gli artisti coinvolti sono: Agata Treccani, Colectivo Suspeito (João Dias-Oliveira, Nuno Mota e Rossana Ribeiro), Doris Schamp & Michael Gruber, Collettivo AE (Luisella Zambon, Giancarlo Chirico e Gianluca Marasca) Pax Paloscia, omino71, Karin Fink (in collaborazione con la comunità “Anthroponauts”), Marianne Schmid, Vera Vera e Ylenia Modolo.

Per questo primo progetto espositivo si è scelto di porre in dialogo opere che esplorano il proprio rapporto con lo spettatore, in particolare sottolineando come questo sia mutato in tempi di pandemia. I lavori selezionati affrontano il cambiamento tentando di trovare risposte a un’esigenza collettiva di autorinnovamento, e lo fanno servendosi delle tecnologie più recenti, dal podcast all’interfaccia digitale, e ancora da Instagram ai codici QR. Gli artisti assumono così un ruolo socialmente impegnato nella lotta all’emergenza sanitaria, riscoprendosi capaci di far fronte a quel senso di solitudine causato dal distanziamento sociale, e in grado di compensare un bisogno crescente di connettività.

Building Bridges vuole dunque sollecitare il visitatore proponendo un percorso intimo e in stretto rapporto con il processo creativo degli artisti. La mostra racconta aspetti differenti di questo anno segnato dalla pandemia e invita lo spettatore a fare altrettanto, condividendo la propria “finestra sul mondo” e ponendosi in dialogo con le storie che animano le opere esposte. Lo scopo è quello di stimolare una riflessione in grado di continuare a creare ponti e generare scambi, al fine di avviare un processo empatico tale da percepire le sensazioni e le esperienze provate dall’artista - e i suoi interlocutori - come se fossero state vissute in prima persona.

Mostra curata e organizzata da a.topos Venice

Per maggiori informazioni scrivere a info@atoposvenice.com

Covid-19 precauzioni
Si prega di notare che tutti i visitatori sono obbligati ad indossare la mascherina e che il numero di visitatori all'interno dello spazio sarà limitato per tutta la durata della mostra.

La mostra continua
fino il 6 Giugno, 2021

Vernissage
22 Maggio, 2021 dalle 17.00 alle 20.00

Orari di apertura
Giovedì - Domenica / 10 - 18

Indirizzo (nuova sede) 
Castello 2432, Fondamenta dei Penini, 30122 Venezia
Palazzo Dona Brusa Salizada S. Polo, 2177, 30125 Venezia VE

---

(eng)
a.top
os Venice is pleased to present Building Bridges, the first of five international collective exhibitions displaying the selected artworks from the open call “THE CREATIVE ROOM”. 
The artists involved are: Agata Treccani, Colectivo Suspeito (João Dias-Oliveira, Nuno Mota e Rossana Ribeiro), Doris Schamp & Michael Gruber, Collettivo AE (Luisella Zambon, Giancarlo Chirico e Gianluca Marasca) Pax Paloscia, omino71, Karin Fink (in collaboration with the “Anthroponauts” community), Marianne Schmid, Vera Vera e Ylenia Modolo.

This first show puts in dialogue works of art that explore the relation with the spectator, highlighting in particular how this relationship was affected during the pandemic. The exhibited art pieces face the change by trying to find answers to a collective need for self-renewal, an outcome accomplished by making use of the most recent technologies, from podcasts to digital interfaces, from Instagram to QR codes. By doing so, artists take on a socially active role in the fight against the current health emergency, and rediscover their own ability to cope with the sense of loneliness caused by social distancing, as well as to make up for the increasing need for connections.

Building Bridges aims to tease the visitor by proposing an intimate path, in a close connection with the artists’ creative process. It unfolds different aspects of a year marked by the pandemic and invites the audience to do the same, by sharing their own “window to the world” and opening a dialogue with the stories that brought to life the art pieces on display. The goal is to provoke a reflection able to keep building bridges and generating exchanges, leading to an empathetic process that allows the spectator to perceive the sensations and experiences felt by the artist - and their interlocutors - as lived in first person.

Exhibition organized and curated by a.topos Venice
For more information, please contact info@atoposvenice.com

Covid-19 precautions
Please note that all visitors must wear masks and that the number of visitors in the space will be restircted for the duration of the show.

Exhibition continues
until 6 June 2021

Opening
22 May, 2021 from 5 pm to 8 pm

Opening hours
Thursday - Sunday / 10am - 6pm

Location (new venue)
Castello 2432, Fondamenta dei Penini, 30122 Venezia
Palazzo Dona Brusa, Salizada S. Polo, 2177, 30125 Venezia VE

14 mag 2021

18.05.2021 omino71 x Ombre - sull'inquietante e il perturbante @ Afnakafna (Roma/Italia)

 


Afnakafna presenta

“Ombre – sull’inquietante e il perturbante”

Esposizione collettiva a cura di Antonella Caraceni

Dal 18 maggio al 3 giugno 2021

Galleria “Afnakafna”, via della Fontana 19-20, Roma

Inaugurazione dalle ore 16,00 alle 20,00

Orario apertura della galleria:

dal lunedì al sabato 10,00 – 13,00 e 16,00 – 20,00

ingresso libero


In mostra opere inedite di: Æno, Angelo Barile, Antonella Caraceni, Beniamino Leone, Cristina Bazolli, Darek Blatta, Daria Palotti, Debora Malis, Giovanna Noia, Krayon, Lidia Bachis, Lidia Bruno, Marta Cavicchioni, Mauro Molle, Natascia Raffio, Neirus, omino71, Rebecca J, Riccardo Beson, Selena Leardini, Stefano Gentile, Stella Tasca, Veronica Chessa.

Afnakafna invita il 18 maggio 2021 all’inaugurazione della mostra collettiva “Ombre” a cura di Antonella Caraceni. Le opere esposte in galleria sono state realizzate dai 23 artisti che hanno percorso e oltrepassato quel confine tra il familiare e il perturbante, il reale e l’immaginario: dimensioni esistenziali ed emozionali connesse e interagenti. Un’indagine attraverso le forme e il senso delle ombre, luogo indefinito ma percettibile costituito dalle molteplici figure della nostra sfera interiore. Ricordi, esperienze, emozioni, rivelazioni, che corrispondono a stati d’animo nascosti nei recessi della memoria, sono i riflessi tangibili restituiti dagli artisti nelle opere in mostra. Spesso ciò che rimane celato nei recessi profondi del subconscio e restituito alla visione tangibile può costituire uno specchio ostile, e favorire sentimenti d’incertezza e turbamento nell’animo dell’osservatore. La chiave di lettura di questa collettiva apre scenari di consapevolezza e verità, introducendo suggestioni mirate ad esorcizzare e superare gli ostacoli del buio attraverso le linee rivelatrici di contorni, colori, segni e simboli che ci accompagnano in un viaggio unico, forse quello più significante che si possa fare poiché indirizzato verso la conoscenza di noi stessi.

INFO

Ingresso: gratuito

Durata: dal 18 maggio al 3 giugno 2021

Sede: Afnakafna, via della Fontana 19-20, Roma

Giorni e orari: dal lunedì al sabato, 10:00-13:00 / 16:00-20:00

Tel: 3519772944

Vernissage: sì, dalle 16,00 alle 20,00 del 18 maggio 2021


UFFICIO STAMPA

info@afnakafna.com

Tel. 3519772944

www.afnakafna.com

10 mag 2021

8.5.2021 omino71 x Urban Connection @ Key Gallery (Milano/Italia)

 

Urban Connection
Collective Exhibition
Rebirth Ed. + Stylish Corner
Ripartire significa due cose: da una parte che c’è stato uno stop, un fermo, un ostacolo, qualcosa che ha momentaneamente bloccato la strada che si stava percorrendo. D’altra parte, tuttavia, ripartire significa anche riaccendere i motori, mettere in circolo nuove idee e, seppur lentamente, riprendere da dove si era lasciato...
testo a cura di Clara Amodeo
Artists:
Abbominevole
Atomo
Clara Cloro
CorroVersoISoldi
Dropsy
Elfo
Giacomo Spazio
KayOne
Kiv Tnt
Manu Invisible
MorkOne
No Curves
Omino71
PeliPixel
Pisco
Pongo
Rancy

Key Gallery
Via Pietro Borsieri 12
Milano
info@keygallery.eu

1 mag 2021

1.5.2021 omino71 x CHEAP RECLAIM @ Padova (Padova/Italia)

 

Per tutto il mese di maggio, le bacheche pubbliche di Padova ospitano il progetto RECLAIM, a cura di CHEAP e in collaborazione con l'associazione Play; una mostra di street poster di forte impatto, firmata da artisti nazionali (tra i quali omino71) e internazionali.

Il progetto, promosso dal Comune di Padova, nasce con l’obiettivo di stimolare, negli spazi urbani della città, una riflessione collettiva attraverso l’arte e la creatività e per svelare uno sguardo rivolto al futuro post pandemico.

CHEAP è un progetto di arte pubblica fondato nel 2013 a Bologna da sei donne. Nata come festival ma evoluta poi in un laboratorio permanente, l'esperienza di CHEAP interseca la street art, l'attivismo, l'arte pubblica, la comunicazione sociale: si caratterizza come pratica artistica e curatoriale attraverso interventi che utilizzano il formato del poster e diversi linguaggi visivi contemporanei per indagare la dimensione dello spazio pubblico e del paesaggio urbano.