ABOUT

omino71 nasce nel 1971 a Roma, città dove vive e lavora.


Dalla fine degli anni novanta diffonde la sua idea di arte pop(olare) tra supereroi, santi, giocattoli e bambini in un “mash up” dalle tinte decisamente sature.


Nella sua produzione alterna interventi in strada a base di murales, poster e sticker a un’attività espositiva che si riconosce nelle c.d. tendenze neopop partecipando a un centinaio di mostre personali e collettive in Italia e all’estero.


Irrequieto dalla nascita, all’attività personale affianca quella di autore e curatore di progetti collettivi, tra i quali "StickMyWorld", "Vinyl Factory", "Versus2009", "20keiTH", "Suburban", “eikonprOJeKt”,“RomaStreetFood”, "THE BEST(iarium)" e “#iononmilasciofregare”, vantando numerose collaborazioni nazionali ed internazionali.


Negli ultimi anni omino71 è stato invitato a realizzare alcune installazioni site specific per contesti istituzionali come il M.A.C.RO. Pelanda (Museo di Arte Contemporanea Roma), la Casa dell’Architettura di Roma (ex Acquario Romano) e il Teatro Palladium di Roma, senza abbandonare l’attività per gli spazi e i progetti autogestiti più attivi della capitale (M.A.A.M., Urban Area, M.U.Ro. e Muracci Nostri).


Nel 2012 è stato selezionato dall’Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro per rappresentare l’Italia nel progetto Memento Italia-Brasil.


Dal 2014 le sue opere sono ospitate in realtà istituzionali internazionali quali il Museo di Storia e Archeologia di Costanza, il Palazzo del Parlamento di Bucarest e il Museo di Arte Contemporanea di Sofia.


I suoi lavori sono stati recensiti su diversi media nazionali (Sky Arte, L’Unità, La Repubblica, Corriere della Sera, L’Espresso, Il Messaggero, XL) ed internazionali (Le Monde, Time, CNN, Huffington Post), nonché su pubblicazioni di settore (Hi-Fructose, Exibart, ArtTribune) e libri di arte (“Street Art Stories Roma” di Jessica Stewart, “Street Art la rivoluzione nelle strade” di Ennio Ciotta, “Manga Art” di Valeria Arnaldi, “Exploit” di Giorgio de Finis, “Roma Contemporanea. Arte a cielo aperto” di Valeria Arnaldi e "MAAM" di Giorgio de Finis).


(eng)



omino71 was born in 1971 in Rome, where he lives, works and incites.Since the late nineties omino71 spreads his idea of ​​pop(ular) art between superheroes, saints, toys and children in a "mash up" with definitely saturated hues.

In his production he alternated street art interventions (murals, posters and stickers) with neopop exhibitions, participating in hundreds of solo and group expo in all the world.

Restless from birth, omino71 was also the author and editor of collective projects, including "StickMyWorld", "Vinyl Factory," "Versus2009", "20keiTH", "Suburban", "eikonprOJeKt", "RomaStreetFood", "THE BEST(iarium)" and “#iononmilasciofregare”, with numerous collaborations national and international.

In recent years omino71 was invited to create site-specific installations by some institutions such as the M.A.C.RO. Pelanda (Museum of Contemporary Art in Rome), the House of Architecture in Rome (Acquario Romano) and the Teatro Palladium in Rome, without abandoning the self-managed spaces such as the M.A.A.M./Metropoliz, Urban Area, M.U.Ro. and Muracci Nostri.

In 2012 he was selected by the Italian Institute of Culture in Rio de Janeiro to represent Italy in the project Memento Italy-Brasil.

From 2014 his artworks are exposed in international institutions such as the MINAC in Costanza, the Palace of Parliament of Romania in Bucarest and the Museum for Contemporary Art in Sofia.

His work has been featured on several national media (Sky Arte, L’Unità, La Repubblica, Corriere della Sera, Il Messaggero, XL) and international media (Le Monde, Time, CNN), as well as some publications of art (Hi-Fructose, Exibart, ArtTribune, "Street Art Stories Roma" by Jessica Stewart, "Street Art la rivoluzione nelle strade" by Ennio Ciotta, "Exploit" and "MAAM" by Giorgio de Finis, "Roma Contemporanea. Arte a cielo aperto" and "Manga Art" by Valeria Arnaldi).